Oltre alla rete "Procuratori per i cittadini" già attiva a Cavriago da alcuni anni, apre ora per i cittadini del Distretto Val d'Enza, uno sportello di ascolto della rete "Tribunale per i diritti del malato" curato dall'associazione "Cittadinanzattiva o.n.l.u.s."

I cittadini del distretto che incontreranno difficoltà nei rapporti con le strutture socio sanitarie pubbliche e private, potranno usufruire dello sportello del "Tribunale per i Diritti del Malato" per risposte e chiarimenti.

Il "Tribunale per i Diritti del Malato" è la più longeva tra le reti di "Cittadinanzattiva o.n.l.u.s."; è infatti presente da 30 anni sul territorio nazionale e, nella provincia di Reggio Emilia, è presente da 20 anni presso l'Azienda Ospedaliera della città.
Negli anni successivi, sempre grazie alla disponibilità di cittadini che prestano servizio volontariamente, è stato possibile garantirne la presenza anche nei Distretti di Castelnuovo Monti e Guastalla.

Ultimo, per ora, anche il distretto di Montecchio, che avrà all'interno dell'ospedale E. Franchini un punto di ascolto dove volontari, nelle giornate di lunedì mattina dalle 10:00 alle 12:30 e giovedì pomeriggio dalle 15:00 alle 17:00, riceveranno chi vorrà avvalersi della loro esperienza.

Il Tribunale per i diritti del malato non si occupa solamente di raccogliere segnalazioni (siano esse reclami, osservazioni, elogi ecc.); si svolgono anche iniziative volte a monitorare il funzionamento e la qualità delle strutture socio sanitarie presenti sul territorio.

La rete "Tribunale per i Diritti del Malato" ha ricevuto con Decreto del Presidente della Repubblica in data 19 settembre 2006, la medaglia d'oro al merito della sanità pubblica , onorificenza che riconosce l'impegno, la conoscenza e l'attenzione di tutti i componenti che svolgono questa attività.

In tema di malattie croniche, sono stati raggiunti importanti successi sull'invalidità civile e handicap (approvazione della Legge 80/2006) e sui farmaci (dialogo sistematico con l'Aifa con ampliamento delle note 13, 79 e presentazione di un rapporto sull'accesso ai farmaci); sono stati inoltre siglati protocolli d'intesa con la Simg e l'Ipasvi ed importanti alleanze con altre organizzazioni.

Per ulteriori informazioni:
Tribunale per i Diritti del Malato - Rete di Cittadinanza Attiva o.n.l.u.s. - Sezione Val d'Enza
c/o Ospedale "E. Franchini" - Via Barilla, 16 - Montecchio Emilia
telefono 0522.860301

Questa pagina ti è stata utile?