Salta al contenuto

Alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica

Ai sensi della Legge Regionale 8 agosto 2001, n. 24 e del vigente REGOLAMENTO COMUNALE PER L’ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA, con determinazione n. 28 del 02/05/2017, modificata con determinazione n. 21 del 05/04/2019, del Responsabile del IV Servizio del Comune di Bibbiano, è stato approvato l'Avviso pubblico per l’assegnazione in locazione semplice degli alloggi ERP di proprietà del Comune di Bibbiano che si renderanno disponibili nel periodo di efficacia delle graduatorie, fatti salvi gli alloggi riservati per le particolari situazioni di emergenza abitativa, per i programmi di mobilità e per gli alloggi realizzati con particolari finalità di destinazione.


All’assegnazione degli alloggi ERP si provvede mediante la formazione di una graduatoria aperta aggiornata annualmente sulla base dei punteggi attribuiti.

Per gli aggiornamenti successivi della graduatoria, le domande potranno essere presentate su apposito modulo, in qualunque momento dell’anno, presso l’Ufficio Scuola del Comune di Bibbiano, p.zza D. Chiesa 2. Al 30 Giugno di ogni anno sarà aggiornata la graduatoria con le modalità e i tempi previsti dall'Avviso e secondo quanto disposto dal Regolamento.

La graduatoria ha validità annuale e comunque fino a quando non diventa definitiva la graduatoria del successivo aggiornamento.

Con Atto del Dirigente Num. 12898 del 07/07/2021 del SERVIZIO QUALITA' URBANA E POLITICHE ABITATIVE della Regione Emilia Romagna, sono stati definiti i nuovi limiti massimi dei valori ISEE e di patrimonio mobiliare da non superare per concorrere all’assegnazionedegli alloggi Erp, sono rispettivamente determinati:

  • in euro 17.428,46 (ISEE)
  • in euro 35.560,00 (patrimonio mobiliare)

Accedere al servizio

Come si fa

La domanda, corredata di marca da bollo da € 16,00 e di dichiarazione ISEE in allegato, dovrà essere presentata all' Ufficio Scuola durante gli orari di apertura (per l'assistenza alla compilazione è necessario fissare un appuntamento al n° 0522.253262).

Cosa serve

La graduatoria viene formulata sulla base di punteggi che tengono conto delle condizioni oggettive dell'abitazione in cui vive il richiedente, e delle condizioni soggettive dei singoli componenti il nucleo oltre che del reddito familiare. Le indicazioni "oggettive" e "soggettive" che determinano l'attribuzione del punteggio sono contenute nel modulo di domanda allegato al bando.

I requisiti richiesti nel bando devono essere posseduti al momento della presentazione della domanda e debbono permanere al momento dell'assegnazione e successivamente nel corso della locazione.

Per nucleo avente diritto s'intende la famiglia costituita dai coniugi e dai figli legittimi, naturali, riconosciuti ed adottivi e dagli affiliati, con loro conviventi. Fanno altresì parte del nucleo purché conviventi, gli ascendenti, i discendenti, i collaterali fino al terzo grado e gli affini fino al secondo grado. Per nucleo si intende anche quello fondato sulla stabile convivenza al di fuori del matrimonio, nonché il nucleo di persone anche non legate da vincoli di parentela o affinità, qualora la convivenza abbia carattere di stabilità e sia finalizzata alla reciproca assistenza morale e materiale. Tale forma di convivenza deve essere stata instaurata almeno due anni prima della data di presentazione della domanda di assegnazione ed essere comprovata mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà.

Allegati

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

22-06-2022 17:06

Questa pagina ti è stata utile?